Divertissmant subliminale

Sette linee d’inchiostro
sette segnavano la carta azzurra
e nove bianche vele s’innestavano
col pennino di ferro
sui sei scafi abbandonati sulla spiaggia.

Il sole
era uno zero di zafferano incandescente
col quale non si poteva discorrere.

Nessun cavalluccio marino
nelle nove grandi onde rotonde
galoppa verso quelle cinque isole isolate
in cerca di liberà.

Le otto piccole polene rosicchiate dai granchi
tentavano fughe fantastiche
ma prigioniere del legno
annegavano in quel mare d’alga.

Alla  ricerca sei conchiglie semi-aperte
un piccolo nano nero
affondava nella fredda poltiglia fangosa
tutta la tristezza di un’esistenza sprecata