L’altr’anno ero infelice quasi come quest’anno
ma molto meno di adesso, ero infelice.

Ero la donna più infelice del mondo, si l’altr’anno
ma con molte meno parole tra le dita di adesso
e con molte più dita libere…allora.

C’era chi mirabolava tra i miei piccoli spazi
facendoli sembrare grandi spazi, e io, inebetita
da tutta quella estensione piena e inaspettata,

mi contraevo e accorciavo e diminuivo e inarcavo
a suo piacimento, diventando a momenti tesa 
a momenti distesa, ma sempre in attesa …sempre.

L’altr’anno c’erano le stesse stelle di quest’anno
splendenti come neve, ma molto più belle…l’altr’anno

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...