Non cancellarmi come il vapore
sui vetri gelati
d’inverno;

il tuo respiro,
ancora vive
nel caldo nei miei polmoni.

In questa nebbia che barcolla
fiaccola d’oro
è il lampione di strada,

…e quel il filo di fumo
dalla tua narice alla mia mano
è come una lunga, grigia carezza riccia

che vorrei fosse solo mia,
per sempe, evanescenza.

Annunci

Un pensiero su “Diario del 7 gennaio

  1. così attinente al mio stato d’animo attuale …
    così soffice e delicata come la panna
    nei dolci dei miei ricordi infantili…
    nostalgia che prende a morsi l’anima
    e desiderio di amore per sempre…
    unico ed esclusivo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...