Cresco a stenti cercando i tuoi coltelli

Ma piu’ di te vivranno gli alberi
e le pietre

che mi vedranno morire
tra gli scatti della glottide
e uno sguazzo di pianto.

Basterà un fiammifero fragrante
a rallegrare questo oscuro albergo d’ire?

Ancora non so se  fosti  festa
o macelleria